Workshop Il Flusso del Piacere & il Potere di Attrazione

12. LE SPONDE DEL FIUME E L’EFFETTO GAMBERO

dalla dispensa de Il Piacere che Genera & l’Intenzione Manifestante

Il Flusso del Piacere, come dice il termine stesso, vuole scorrere, come un fiume. Il Fiume, seppur mantenendo una direzione chiara verso l’oceano, ogni giorno è diverso. Esso non si preoccupa di quanta acqua ci sarà oggi, se le rapide saranno intense, se ci saranno tratti con l’acqua ferma. Varia liberamente. Continua a procedere.

IL DESIDERARE ATTIVA IL FLUSSO/FIUME: QUESTO TENDERÀ VERSO LA MANIFESTAZIONE; NEL SUO FLUIRE INCONTRA LIBERAMENTE ROCCE, CURVE, CASCATE, SECCHE, RAPIDE.

NOI UMANI SPESSO LEGGIAMO QUESTE PARTI DEL FIUME COME OSTACOLI: “Perché la roccia, proprio ora che scorrevo così bene?” Quando crediamo che siano ostacoli, e quindi LI IDENTIFICHIAMO COME DEI NO al nostro procedere, vuol dire che è entrato il Limbico in azione: sta leggendo il passaggio che la vita propone attraverso le lenti interpretative di un pacchetto NO.

NO + NO = NOOOO …. Il “NO” non è il linguaggio del Tessuto Madre… COME ABBIAMO VISTO NELLA DESCRIZIONE DEL TESSUTO, IL NON è CONSIDERATO DALLA MADRE COME PARTE DELLA CREAZIONE.

DAL PUNTO DI VISTA DEL TESSUTO C’È UN SÌ AL NON! Se propone un passaggio apparentemente NON è solo PERCHÉ LO RITIENE NECESSARIO.

Sono delle vere e proprie Tentazioni: se le crediamo usciamo dal linguaggio Madre e usciamo dal fiume. Ci sediamo sulla sponda e iniziamo a discutere con lui: “Non vedi che la roccia fa passare poca acqua? Ti ho detto che dovevi sempre darmi la stessa acqua di ieri!”

Il Limbico trova il suo pane preferito, la possibilità di confermare le sue informazioni ripetute: “Vedi te lo avevo detto che era pericoloso avventurarsi in questo fiume: non c’è più acqua, torna indietro, cosa rimani a fare qui?”“C’è poca acqua perché non te ne meriti di più…”

E inizia così una discussione infinita con quello che incontriamo nel fiume. Discussione fondata su cosa? Su una lettura soggettiva della realtà e difensiva dalla realtà.

Sull’andar contro….

Quale risultato porterà questa discussione? A voi la risposta…..

Anni di pensieri non scelti per giustificare come mai non siamo felici.

Possiamo veramente investire anni della nostra vita in discussioni contro ciò che la vita ci propone, in forma di persone, luoghi, situazioni. L’unico risultato certo di questo duro lavoro è che:

ci si obbliga a stare in una discussione senza piacere …

RIPRENDERE A FLUIRE

Per riprendere a fluire dobbiamo ricordare che tutto nella vita è relazionato a tutto. Nel Flusso del Piacere ci viene richiesta la PARTECIPAZIONE A CIÒ CHE È.

LA MIA TRADUZIONE PRATICA DI PARTECIPAZIONE:

PREDISPORSI A VIVERE TUTTO CIÒ CHE INCONTRIAMO COME UN MESSAGGIO, UN’INDICAZIONE, UNA LEZIONE FAVOREVOLE AL SOGNO CHE STIAMO SEGUENDO.


Scrivi i tuoi pensieri