Workshop Il Flusso del Piacere & il Potere di Attrazione

8. LA MENTE

dalla dispensa de Il Piacere che Genera & l’Intenzione Manifestante

L’uomo è collegato a una Mente che, nella sua costituzione, riflette i piani delle frequenze che costituiscono il tessuto:

  • una Mente GIÙ, Inferiore, “attaccata” in modo fangoso alle memorie vissute, tra le quali nasconde i semi del Desiderare;
  • una Mente SU, Superiore, connessa all’estasi della Creazione.

È connesso anche a una Mente intermedia, quella Discernente, ponte di collegamento tra Inferiore e Superiore, che si attiva solo con l’Intenzione e la Volontà.

 

LA MENTE INFERIORE e IL CERVELLO LIMBICO

La Mente Inferiore è governata dal cervello Limbico. Rappresenta il secondo e intermedio stadio evolutivo dell’uomo: la GESTIONE DELLE EMOZIONI E LA PROTEZIONE E SOPRAVVIVENZA DELLA PSICHE.

Siccome si origina dal cervello Rettile, che è la parte più primitiva fondata solo sui Principi di Territorialità e Sopravvivenza, anche il Limbico tende a difendere territorio e incolumità: non più sul piano materiale come il Rettile (caverna e coscia di brontosauro …. UHH UHH), ma a salvaguardia dell’integrità del territorio emotivo, fondato su Amore e Piacere, e della sopravvivenza del sistema nervoso a realtà ambientali poco supportive e poco amorevoli.

In questa continua opera di protezione il lavoro principale del Limbico è quello di preservare il Piacere: un infante non potrebbe tollerare un’esistenza privata del Piacere.

Dalla nostra nascita il Limbico cerca di preservare il Piacere e l’incolumità psichica di noi bambini in due modi:

  1. Allontanando dalla Mente Discernente (apparato che ha sede nella neo corteccia) tutte le esperienze registrate come NON PIACEVOLI.

Le copre con storie fantasiose e falsamente piacevoli, per allontanare il più possibile il ricordo di quell’evento privo di amore. Queste storie diventano un’interpretazione fasulla della realtà: fasulla ma emotivamente accettabile. Sono fatte di pensieri, credenze e conseguenti comportamenti, tutti fondati su una negazione.

  1. Cercando a tutti i costi il piacere: tenendo al livello conscio solo le memorie piacevoli.

NON SOLO, È GENIALE! “Traveste” le memorie “NO” con abiti accettabili/presentabili, sempre a sfondo accusatorio, o vittimistico, ma pur sempre funzionali a evitare di percepire quella insostenibile mancanza originaria di affetto, calore, accudimento, comprensione. Crea cioè UN FALSO PIACERE!!

Chi governa l’economia mondiale conosce molto bene questa informazione: sa vendere falsa felicità attraverso la proposta compulsiva di oggetti non necessari.

Il Limbico fa quindi un’opera di salvaguardia fondamentale alla nostra sopravvivenza: se non avessimo il Limbico, il corpo/sistema nervoso di un neonato che non riceve il 100% dell’amore che la sua Anima chiede, durerebbe all’incirca 48 ore ….

Altre funzionalità del Limbico sono la

Ripetizione e l’Attivazione

delle memorie e dei suoi contenuti.

Il Limbico è un sistema automatico, come l’hardware di un computer: riceve input sia interni (dati dal desiderare della persona) che esterni (dati dalla vita e dalle situazioni/persone che essa ci fa incontrare); e a questi risponde, o per essere più precisi re-agisce (repetuta atione).

Quando questi input vanno a evocare memorie pericolose, memorie “NO”, esso velocemente re-agisce in modo protettivo.

Ripete/Attiva la protezione della memoria NO più simile all’evento attuale, che viene appunto letto come “minaccioso”; come detto, lo farà usando l’abito sostitutivo, che vestirà quella memoria di piacere fasullo…… INPUT/CLICK – REAZIONE/CLACK …. CRACK….. proprio come il pc, automatico. Un esempio: da bambino chiedevo coccole e in cambio ricevevo ordini per essere un bambino “bravo”; il cervello limbico mi “traveste” la memoria sgradevole del non ricevere coccole con pensieri/atteggiamenti di uno che risponde agli ordini, fa tutto bene, sempre e anche in fretta. Succede poi che, a quarant’anni, incontro una donna meravigliosa che mi offre le coccole …… il Limbico in me re-agisce così in modo automatico, primitivo ed elementare.

COCCOLE = NON CE N’ERANO = PERICOLO!! PERICOLO DI PERDERE IL PIACERE!!! Ma questo accade lontano dalla Coscienza Discernente: sulla superficie si presenta l’abito di protezione di quella memoria, l’abito del piacere fasullo…

OGNI VOLTA CHE SONO VICINO ALLA DONNA DEI MIEI SOGNI ….. ANZICHÉ PRENDERE LE COCCOLE MI METTERÒ A FARE QUALCOSA ……

 

RISULTATO:

  • Perderò il piacere.
  • Starò male così come ero stato male da piccino quando registrai la mancanza di coccole.
  • Il mio corpo dovrà contrarsi per reggere la negatività auto inflitta e sentita.
  • Non saprò nemmeno di desiderare le coccole.
  • Ripeterò azioni inutili che allontaneranno le coccole.

Aggiungiamo un’altra peculiarità del Limbico: questo meccanismo straordinario è Atemporale. Vuol dire che non distingue se il pericolo è accaduto quaranta anni fa o se è reale ora!!!

Altro aspetto importante da ricordare: Il Limbico Non Discerne

Non è in grado di valutare se le reazioni che ripete automaticamente procurino all’umano in cui funziona benefici o danni.

È da sottolineare inoltre che il Limbico, nella sua esecuzione di ripetizione automatica,

 è circa 40.000 byte/secondo più veloce della Corteccia Discernente!! Traduzione:  IL LIMBICO ARRIVA PRIMA CHE TU POSSA DISCERNERE/PENSARE: “Tranquillo, non devi fare nulla ora, goditi le coccole….”

Purtroppo, la realtà sul pianeta Terra è che da secoli, tanti secoli, troppi secoli, nessuno riceve il 100% di Amore/Piacere che la sua Anima richiede.

SIAMO COSÌ TUTTI SUPER ADDESTRATI ALLA PROTEZIONE E ALLA DIFESA E NON ALLA SCELTA DI SEGUIRE IL PIACERE CHE GENERA.

Riceviamo un’istruzione che ci ha anestetizzati dal Sentire. Ci ritroviamo sottomessi passivamente a un cervello automatico.

 

 

A scuola ci insegnano che prima di tutto devi Sapere; se saprai abbastanza allora forse potrai ripetere bene e prendere un buon voto; magari, in qualche piccola occasione, anche pensare a qualcosa che piace a te e non riguarda il voto, tipo desiderare il week end in montagna o l’ultimo modello di tablet.

Ma certamente non ci insegnano a Desiderare per la nostra evoluzione; né a riconoscere quello che SENTIAMO PIACEVOLE; e neppure ad agire seguendo il Piacere. “Senti di voler fare l’artista?? Ahahah …. Morirai di fame!!” E così tutti ci crediamo e proviamo a condurre la vita ripetendo pensieri e credenze non nostre, imparate appunto, non scelte. Siccome quei pensieri sono “Giusti”, perché per quei pensieri ci hanno dato un buon voto, LI CREDIAMO ANCHE QUANDO LA REALTÀ CHE GENERANO È DISTRUTTIVA E NON CREATIVA.

 

SINTESI: il cervello Limbico non distingue tra Piacere autentico e Piacere Fasullo/Sostitutivo dettato da condizioni; tende sempre e solo a garantire la sopravvivenza emotiva: in qualunque modo e a discapito di qualunque cosa.


Scrivi i tuoi pensieri