Madre Terra

ECO PRODOTTIAGRI REGBIODINAMICAADOTTA UN ALBERO

La frutta e gli ortaggi prodotti qui in Fattoria nascono all’insegna del rispetto per la Terra e per la natura.
Il terreno è coltivato seguendo i principi dell’Agricoltura Rigenerativa e della Biodinamica Steineriana: non utilizziamo prodotti chimici.
Per noi non ha senso perpetuare la tendenza dell’agricoltura moderna e meccanizzata, che si occupa delle malattie e disfunzioni delle piante e degli ortaggi senza considerare che il malato è la Terra, e che è diventata malata proprio a causa dell’uomo e dei suoi interventi chimici aggressivi.
Quindi alla Fattoria del Soul aiutiamo la terra a fare ciò che in origine è sempre stata: un generatore di vita.
La nutriamo con bio fertilizzanti e microrganismi di nostra produzione, a base puramente organica; con sieri di latte provenienti da produzioni certificate; con le polveri di roccia per il giusto apporto di minerali; con materiale di compostaggio anch’esso generato dalle nostre lavorazioni. Utilizziamo preparati biodinamici per riattivare la vita del terreno.
Una Terra sana cresce piante e ortaggi sani e ricchi di nutrimenti. Piante e ortaggi toccati e seguiti con amore producono cibo che trasmette salute.
Gli eco-prodotti della Fattoria sono venduti a cassette miste che contengono quanto disponibile in stagione: le cassette sono disponibili qui in sede e, su richiesta, consegnabili a domicilio.
A breve saranno anche disponibili le uova felici delle nostre galline libere e ruspanti.

L’Agricoltura è l’arte di saper coltivare la terra.
scopri I CORSI AGRI REG

L’Agricoltura Rigenerativa è il prendersi cura di ambiente, società ed economia: è l’unione tra conoscenze antiche e moderne; l’uso di metodologie e tecnologie/attrezzature appropriate; la capacità di osservare ed interpretare l’ambiente nella sua complessa totalità. Pone nuovi confini al “vecchio” concetto di sostenibilità, in cui oltre al mantimento di una condizione accettabile degli agroecosistemi da noi sfruttati, punta al loro potenziamento: cercando di comprendere il funzionamento dei microsistemi (es.la vita microbica, il comportamento degli elementi); dei mesosistemi (es.ecosistemi, biotopi); e dei macrosistemi (es. la biosfera, l’interazione pianeta-terra-universo).

L’integrazione tra diverse discipline agro-ecologiche (es. la permacultura, la gestione olistica degli animali, la biorimediazione, il biontensivo ecc…) fornisce i mezzi necessari per l’analisi, per la progettazione, per il monitoraggio e per la gestione di aziende agricole efficienti e produttive: queste creano risonanze positive a livello ecologico, sociale e del mercato “g-locale”.

L’ Agricoltura Rigenerativa non è un metodo né un sistema prestabilito e da rispettare nella sua forma originale: si può immaginare come un ricco contenitore, da cui attingere i principi, le tecniche e le tecnologie più appropriate all’implementazione o gestione del proprio Progetto Terra. La cura del suolo e delle risorse primarie sono il punto di partenza nel processo di rigenerazione. Il valore reale dell’azienda agricola non è quindi dato dal costoso trattore, tantomeno dal capannone o dalla mastodontica stalla, ma è semplicemente ciò che ci nutre, sorregge ed accoglie da qualche migliaio di anni: la Terra.

AGRICOLTURA BIODINAMICA

Nasce nel 1924 in Germania a opera di Rudolf Steiner, scienziato, filosofo e ricercatore in molti settori della scienza e non solo: fondatore dell’Antroposofia diede anche all’agricoltura un contributo importante ricco di sfumature soprasensibili. L’intento col quale è stato concepito tale metodo è riportare l’uomo in un rapporto spirituale cosciente con se stesso e le forze del creato.

Da allora ci sono stati 90 anni di risvolti pratici e approfondimenti innovativi che hanno confermato come tale metodologia non sia solo una bellissima idea ma e soprattutto dia degli alimenti sani, salubri e ricchi di forze vitali. È un metodo apolitico e areligioso; propone la vitalità della terra, l’equilibrio e la salvaguardia del territorio; favorisce la riduzione dei rischi per la salute degli operatori e di chi ne usufruisce. Questo metodo vuole soprattutto ridurre al minimo i consumi energetici e lo sfruttamento delle risorse del pianeta, di cui si abusa anche in agricoltura.
Lo possono praticare tutti, anche a livello hobbistico; è divertente e sicuro grazie al fatto che non si ha a che fare con prodotti dannosi per la salute dell’uomo bensì con elaborati di origine naturale chiamati “Preparati”, e a tanti altri rimedi naturali e/o minerali.
Come si realizza questo metodo?
Si parte dalla fertilità della terra, perché prima ancora di nutrire le piante bisogna nutrire la terra. Per farlo bisogna innanzitutto rispettare tempi, ritmi naturali e stagionali delle essenze: contemporaneamente si cerca di ricreare la flora microbica nel terreno capace di mantenere sana in vita la pianta a lungo; si favorisce la produzione di humus attraverso l’utilizzo del preparato 500 o corno letame, attraverso l’uso di cumuli compostati e poi trasformati da altri preparati biodinamici. Quando compaiono i lombrichi allora siamo sulla buona strada!
Per mantenere alimentata la terra si effettuano sovesci e rotazioni mirate al riequilibrio dei nutrienti: non solo, si può fertilizzare anche attraverso l’utilizzo di bio fertilizzanti di facile preparazione come macerati, infusi, ecc…
Il metodo biodinamico favorisce il “ciclo chiuso”, ovvero il ricircolo delle risorse interne di un organismo agricolo attraverso una capacità biologica ( bio-dinamica) del terreno, che sia capace di metabolizzare tutti i residui organici con l’ausilio dei preparati biodinamici.
Cos’altro dire… abbiamo scelto ciò che rispecchia di più la nostra idea di agricoltura: un’ idea che tiene conto dell’uomo e della natura come veri esseri viventi e spirituali in un reciproco rapporto di convivenza e soprattutto di evoluzione.
Vuoi adottare un albero della Fattoria?

E diventare sostenitore del rimboschimento e del progetto Plant for the Planet? Qui alla Fattoria del Soul promuoviamo una campagna di adozione degli alberi che abbiamo piantato: ogni donatore vedrà il proprio nome scritto su un cuore di legno, ritagliato e dipinto a mano dai bambini, che andrà a tenere compagnia all’albero adottato.

adotta un alberoI fondi raccolti dalla campagna di adozione degli alberi sono destinati all’acquisto di 4 tende indiane tepee, che verranno collocate all’interno dei cerchi di betulle, e di strutture per giochi e da giardino per rendere le vostre visite alla Fattoria più comode e piacevoli.

PROCEDI ALL’ADOZIONE DI UN ALBERO …